none
Automatismi con C# RRS feed

  • Domanda

  • Ciao a tutti, vorrei sapere se qualcuno di voi ha mai usato c# nel campo degli automatismi per esmpio  far aprire e chiudere un semplice contatto con relè tramite usb.

    Se si come ha fatto e che consigli può darmi?

    Ringrazio per l'attenzione

    Saluti

    giovedì 15 novembre 2012 07:54

Risposte

  • Puoi contattarmi nel modo che ritieni più opportuno.

    10V vogliono dire poco e niente, così come i 1000V. Un conto è voler produrre una tensione in uscita di 10V con banda di 1Hz e 10bit di risoluzione, un altro è dover produrre 10V con banda di 100 MHz e 24bit di risoluzione, per cui il circuito cambia e non di poco.

    Per inciso per allargare la max tensione di un ADC puoi banalmente usare un partitore resistivo (cosa che, per combinazione, sto facendo in questo momento sui feedback di corrente di un FOC per motori asincroni trifase, ovviamente con tutti gli accorgimenti del caso).

    Credo che tu debba ragionare ancora sulle specifiche. Riprodurre audio a 48KHz stereo con un microcontrollore di per se stesso è una cavolata, ma presuppone l'uso di codec e quant'altro, e quindi bisogna pensarci in fase di progetto. 

    • Contrassegnato come risposta jacob75 giovedì 15 novembre 2012 13:45
    giovedì 15 novembre 2012 13:25

Tutte le risposte

  • Il lo faccio continuamente.

    Se vuoi cavartela con "poco sforzo" puoi usare, come dispositivo esterno, un Arduino, o ancora meglio un NetDuino (che gira con il micro framework, per cui lo programmi direttamente da Visual Studio) o, se hai pochi soldi, una STM32F4-Discovery scaricandoci sopra il micro framework (come spiegato in maniera dettagliata nel mio blog )

    In pratica questo tipo di lavoro si compone di due parti:

    La prima è l'interfaccia utente da far girare sul PC, che comunica via seriale ovviamente emulata.

    La seconda è la parte di potenza da far girare sulla schedina esterna che si occupa del pilotaggio dei Relais.

    Se hai bisogno, non hai che da chiedere.

    giovedì 15 novembre 2012 08:40
  • Un'alternativa è sfruttare .NET Gadgeteer, una piattaforma costruita sopra .NET Micro Framework che rende la programmazione di device estramamente semplice e veloce.

    Qui: http://mikedodaro.net/2012/07/05/controlling-a-light-switch-using-windows-phone/ puoi trovare proprio un esempio che parla del controllo di un relè. In realtà c'è molto di più, perché la lampadina è controllata da un'applicazione Windows Phone tramite Wi-Fi, ma l'idea di base è quella che serve a te.


    Marco Minerva [MCPD]
    Blog: http://blogs.ugidotnet.org/marcom
    Twitter: @marcominerva

    giovedì 15 novembre 2012 08:48
    Moderatore
  • Ciao jacob75,

    utilizzando Arduino avevo trovato questo articolo che spiega anche se con un led , ma il principio e quello.

    http://www.bartoloilliano.com/arduino-tutorial-01-accendere-led-con-c.html

    Ciao


    giovedì 15 novembre 2012 08:51
  • Ciao Davide,

    1) Il tuo blog dove lo trovo? :)

    2) La schedina NetDuino ha ingressi e uscite digitali e dispone di un DAC 10V -10V?

    3) Se dovessi collegarmi al pc con un voltmetro rs485 riuscirei a comunicare e vedere a video la tensione letta dal voltmetro?

    Ti premetto che per fare questo uso già un programma dedicato dove posso creare da zero un progetto ma attualmente vorrei farlo con c#.

    Grazie

    giovedì 15 novembre 2012 09:07
  • 1) L'articoletto che parla di come riutilizzare la Discovery come piattaforma di sviluppo per NetMF lo puoi trovare qui. Serve solo per darti un'idea.

    2) No, per rimanere bassi di costi tutte le schede main hanno i piedini dell'AD collegati direttamente ai pin del micro (e molte volte mancano pure le protezioni), e la vref collegata (beceramente) ad una qualche alimentazione. Questo significa che non puoi avere un range di tensione così ampio, pena friggere qualcosa. Il condizionamento del segnale resta quindi a carico tuo.

    3) Voltmetro 485? Una volta che lo colleghi al PC (485?), devi parlarci. Ma devi avere un minimo di idea dei protocolli utilizzati. Non è così difficile ma neanche si fa tutto da solo.

    Fammi sapere.

     
    giovedì 15 novembre 2012 09:25
  • Ok per i relè ho capito, basta comprare la schedina e programmala in base alle mie esigenze, ma se volessi ampliare le mie conoscenze es: vedere su pc la misura effettuata da uno strumento es. Voltmetro(quindi con ingresso ADC) in rs485 naturamente usando un convertiore usb-->rs485 (come attualmente faccio) penso sia difficile almeno per me a livello software poichè con il c# sono ancora a livello principiante.

    Penso che realizzare tale sistema di acquisizione vuol dire creare con c# un protocollo di comunicazione per farlo riconoscere in lettura giusto? dite che è difficile?

    Stessa cosa vale per un DAC, avrò bisogno di una schedina DAC che mi ti ri fuori 10V anche qui come faccio a farla riconoscere al pc? Idem come sopra.

    Devo trovare schedine già pronte con le loro DLL  dove poi andrò "solo" a scrivere quello che mi serve.

    La penso così fatemi sapere

    Ringrazio

    giovedì 15 novembre 2012 10:25
  • Sei tu che sai quello che devi fare, così come sei sempre tu che conosci le tue capacità in ambito elettronico ed informatico. Non vuoi fare cose difficili nè complicate, ma è chiaro che bisogna sapere quello che si va a fare, ovvero un minimo di infarinatura sulle cose.

    Mi spiego meglio. ADC. Per variare la tensione di ingresso bastano un paio di resistenze (e qualche operazionale, dei diodi e dei condensatori se vuoi lavorare un po' decentemente) per ampliare il range di tensione di ingresso da 0->3.3V a 0->20V. Chiaro che dipende anche fortemente dalla banda e dalla frequenza di campionamento che ti serve (le schede netmf non sono dei fulmini di guerra, almeno per i miei standard).

    Idem per l'ADC, per i quali, sotto opportune ipotesi puoi anche lavorare con un PWM (le ipotesi lascio a te scoprire quali sono).

    I protocolli... dipende quello che usi. Con xxx-duino ti puoi inventare quello che vuoi. Con altre schede probabilmente avrai già tutto fatto.

    Non è che DEVI trovare tutto già fatto. Volendo apri il portafoglio ed esiste tutto. Io personalmente sono molto più "autarchico" proprio perchè cosa trovo in giro richiede spesso una serie di adattamenti tali da essere inusabile.

    giovedì 15 novembre 2012 11:11
  • Esempio con un DAC vorrei regolare la tensione da 0 a 10V via software e avere in uscita la mia tensione. Via hardware so come si fa.

    Stessa cosa con un ADC (acquisizione) attualmente ho un voltmetro con la rs485 optoisolato e arriva fino a 1000V già testato su banchi condensatori e dubito che Netduino arrivi fino a 1000V come ADC

    Davide posso contattarti tramite BLOG?

    Ringrazio tutti per le risposte.

    Saluti

    giovedì 15 novembre 2012 13:00
  • Puoi contattarmi nel modo che ritieni più opportuno.

    10V vogliono dire poco e niente, così come i 1000V. Un conto è voler produrre una tensione in uscita di 10V con banda di 1Hz e 10bit di risoluzione, un altro è dover produrre 10V con banda di 100 MHz e 24bit di risoluzione, per cui il circuito cambia e non di poco.

    Per inciso per allargare la max tensione di un ADC puoi banalmente usare un partitore resistivo (cosa che, per combinazione, sto facendo in questo momento sui feedback di corrente di un FOC per motori asincroni trifase, ovviamente con tutti gli accorgimenti del caso).

    Credo che tu debba ragionare ancora sulle specifiche. Riprodurre audio a 48KHz stereo con un microcontrollore di per se stesso è una cavolata, ma presuppone l'uso di codec e quant'altro, e quindi bisogna pensarci in fase di progetto. 

    • Contrassegnato come risposta jacob75 giovedì 15 novembre 2012 13:45
    giovedì 15 novembre 2012 13:25
  • Puoi contattarmi nel modo che ritieni più opportuno.

    Ho aggiunto delle informazioni per il contatto, visto che ho provato ad autocontattarmi ma non funziona...

    giovedì 15 novembre 2012 14:29